Auguri di Buon Anno!

Le_Persiane_Verdi

 

Te Deum

 

 

Un anno è passato (quello segnato

dal calendario, e poi ce n’è un altro

e un altro ancora) e per vedere

quel che è accaduto esco sulla porta

di casa e guardo che succede: e

non succede veramente niente di nuovo.

E allora me ne sto tra me e me e

lungamente m’interrogo su quanto

mi è accaduto e qui scopro un cantiere

in fermento una ribollente officina

E vedo quanto ho costruito quest’anno

appena trascorso quali mura o torri

ho innalzato per giungere fino a Te

e vengo a ringraziarTi nella tua dimora

perché Tu solo mi hai aiutato a salire

così in alto con i miei poveri materiali

che i più competenti e saggi di oggi

dicono obsoleti o temerari.

 

 

Angelo Mundula – da: Il Cantiere e altri luoghi (Carlo Delfino Editore, 2006)

 

Annunci

2 responses to this post.

  1. Posted by BlackLace on 3 gennaio 2007 at 6:59 pm

    Passo ora e colgo questa perla… bellissimo anno a te.

    Black

    Rispondi

  2. Posted by diamine on 10 gennaio 2007 at 7:27 am

    Solo ora realizzo l’emozionante assonanza delle similitudini di ‘Te Deum’ con quelle di una più modesta poesia (dedicata ad un non meglio definito A.M.) contenuta nel mio ‘Sotto mentite spoglie’. Certo non sta a me dire e approfondire, ma l’empatia da strani riscontri a volte…
    Antonio Fiori

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: