BUONE FESTE!

Ritorni a poco a poco al maggio

lontano che annulla i seguenti.

Sei rimasto piccolo, le ossa dolci

a resistere a comandi impazziti.

Il lieve sforbiciare dei giorni

sui ciuffi del granturco 

sulle ali rosse dei papaveri.

Le cetonie cadute a pancia in su

portate via dalle formiche in processione.

Sempre più piccolo  

nei Natali giunti dopo

quel primo

che non sai ricordare

in bilico tra il nulla ed il respiro.

 

gn

Annunci

8 responses to this post.

  1. Posted by utente anonimo on 25 dicembre 2008 at 7:58 am

    La poesia è sempre un dono

    Grazie per questa tua natilizia, che guarda la vita che scorre, ‘il lieve sforbiciare dei giorni’

    Tonino

    Rispondi

  2. Grazie Tonino del passaggio.
    Un caro saluto.
    Gianni

    Rispondi

  3. Che delicatezza, Giovanni, in questa tua poesia, accompagnata da una lieve amarezza. Forma e pensiero s’intrecciano, come sempre, in armonia. Un caro saluto. Piera

    Rispondi

  4. Grazie, Piera, per le parole di apprezzamento:)
    Un saluto caro, a presto.
    Giovanni

    Rispondi

  5. La Poesia non è solo simbolo è anche la Semplicità delle Cose.
    Un caro abbraccio a te.
    Michele.

    Rispondi

  6. Grazie, Michele, con l’augurio di ogni bene per l’anno che arriva.
    Un fraterno abbraccio.
    Giovanni

    Rispondi

  7. eccellente poesia, incorniciata da una chiusa maestosa….

    Rispondi

  8. Grazie per l’apprezzamento:)
    Buon anno!
    Giovanni

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: