Buon 2009!

la terra vista dalla luna

FINE DEL ‘68

Ho contemplato dalla luna, o quasi,
il modesto pianeta che contiene
filosofia, teologia, politica,
pornografia, letteratura, scienze
palesi o arcane. Dentro c’è anche l’uomo,
ed io tra questi. E tutto è molto strano.

Tra poche ore sarà notte e l’anno
finirà tra esplosioni di spumanti
e di petardi. Forse di bombe o peggio,
ma non qui dove sto. Se uno muore
non importa a nessuno purché sia
sconosciuto e lontano.


Eugenio Montale (da Satura)

10 responses to this post.

  1. Bella e soprattutto incredibilmente attuale. C’è l’oggi, in questa poesia, l’uomo, quello di sempre, sempre uguale a se stesso, capace di grandi cose e di miserie.
    “Un modesto pianeta” dice Montale, e c’è tanto in queste tre parole.
    A te e alla tua famiglia l’augurio di un 2009 sereno e ricco di gratificazioni.
    Piera

    Rispondi

  2. Grazie, Piera, ricambio di cuore l’augurio per te e i tuoi cari.
    Un abbraccio
    Giovanni

    Rispondi

  3. Ti ringrazio per la poesia offerta. E auguri, per un anno che non mi pare parta dritto. Ciao.

    Rispondi

  4. Posted by utente anonimo on 1 gennaio 2009 at 11:06 am

    Caro Gianni,
    affettuosi AUGURI 2009,
    marco scalabrino.

    Rispondi

  5. Auguri a te e a Gianfranco, Savina. Che gli 11 e la tua poesia camminino leggeri anche in questo nuovo anno, continuando ad incantare che li/vi ascolta.
    Un abbraccio
    Giovanni

    Rispondi

  6. Caro Marco, l’augurio per te e i tuoi cari di ogni bene; che sia un anno sereno e di poesia.
    Un abbraccio
    Giovanni

    Rispondi

  7. Posted by utente anonimo on 2 gennaio 2009 at 3:30 pm

    Non conoscevo questa poesia di Montale e me ne colpisce l’incredibile attualità…..
    Forse è umano allontanare il male e la sofferenza e desiderare che non coinvolgano mai nè se stesi, nè i propri cari, forse l’uomo non li rifugge solo per egoismo o codardia, ma per istinto di autodifesa, meccanismo inconscio e naturale…..
    Ciò che conta, però, credo sia non nascondersi e non farsi scudo della propria situazione di benessere e non mancare mai di essere solidali, come si può, con quanti si trovino in situazione di disagio, per quanto sconosciuto o lontano sia colui accanto al quale scoppia una bomba…..
    Come sempre grazie per gli spunti di riflessione!
    Buon 2009, Elisa.

    Rispondi

  8. Grazie, Elisa. Colpì anche me, molti anni fa, l’attualità di quella poesia. Così l’ho postata. Cambiano i contesti e le persone ma non i sentimenti, e quelli rappresentati, come avviene per la poesia alta, ancora ci appartengono.
    Giusto non compiacersi della propria situazione positiva, se non di privilegio, se paragonata a quelle crescenti di disagio e di precarietà. E’ un insulto, che talvolta presenta il conto, ribaltando la condizione positiva nell’esatto contrario.
    Un caro saluto e augurio di ogni bene.
    Giovanni

    Rispondi

  9. Che grande poeta!
    Buon anno, Giovanni 🙂

    Rispondi

  10. Buon anno a te, Alessandra. Lieto di trovarti in questo spazio.
    La grandezza – quella di Montale ma anche quella di coloro che scrivono con serietà, narativa o poesia – prima o poi troverà qualcuno che saprà apprezzarla, reggendo nel tempo, come in questo caso.
    Giovanni

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: