Per una sinistra alternativa

“Dobbiamo insediarci stabilmente nei luoghi in cui si decide, si fanno e si applicano le leggi. E senza il governo politico del pluralismo sociale e culturale non si va lontano.”, sostiene Piero Bevilacqua su un suo intervento uscito su il manifesto e il manifesto sardo. Un intervento lucido, e quasi totalmente condivisibile.

Siamo però ancora in tempo per unire la grande galassia della sinistra, alternativa al centro sinistra: non per contrapporsi a quest’ultima, ma per costituirne il superamento andando ai problemi concreti di questo paese, quello della povertà e del lavoro, della redistribuzione della ricchezza, della compromissione dell’ambiente, della svendita dei beni comuni, del territorio, del patrimonio pubblico. C’è una cultura e una sensibilità che unisce, in Italia, milioni di persone su questi temi, ma è necessario radicare adeguatamente un progetto con velleità di governo, affinché non si ricada sugli stessi errori e miserie del passato. Giovanni Nuscis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: