La cruna dell’anno. Buon 2013!

lumicino

Se qualcosa di buono resta

di noi non è la sostanza del dono

ma il moto della mano che spezza

il pane del nostro tempo

inscrivendovi un nome.

Non una questione di misura

di valore. Nessuna costruzione

rimasta nei millenni

ha pietre più dure di quelle

impalpabili del gesto

del sentire smisurato

ed invisibile, eppure vivido.

gn

Annunci

3 responses to this post.

  1. Posted by Francesco Pasella on 31 dicembre 2012 at 11:06 pm

    Il gesto inesauribile ed eterno dello smisurato amore per l’ “amore”; la passione infernale per le sillabe nella sibillina speranza di sfociare nel paradiso… nel paradiso dei poeti puri e veri, albergando finalmente in animi saggi, trasparenti e sinceri.
    Sino allo stremo del proprio essere… troppe inevitabili parole sulla cruna.

    Buon anno.

    Francesco.

    Rispondi

  2. Posted by tizianatius on 1 gennaio 2013 at 7:58 pm

    Il segno rimane impresso fra le parole, quel gesto che al pane tende.
    Auguri Tiziana

    Rispondi

  3. Grazie Francesco e Tiziana, Buon anno a voi, coi migliori auspici.
    Un caro saluto,
    Giovanni

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: