Archive for the ‘Poesia’ Category

SCIA CICLABILE

bici1

 

Andranno per le vie da sole
le bici senza le persone
come in un quadro di Dalì o De Chirico
il maestrale cavalcherà i sellini
sbattendo sui negozi i tram i passanti
sfidando la lunga controra
ecologica; uno tsunami di ruote
esonderà dai tracciati
al suono assordante di grida e campanelli
il sindaco in testa
con gli assessori e gli impiegati;
i detrattori ai bordi delle strade
automuniti e incazzati frusciando
allo scandalo di buche salti strettoie
invocando una ztl tutta loro: Continua a leggere

COME UNA NUBE…

strage Bangladesh

 

Non c’è idea né fede al di sopra
del peggiore degli oltraggi:
negare e sopprimere una vita,
fare violenza a un corpo.
Questa è la condizione
per stare tra gli umani.
Questo è il discrimine
per non farne parte.
Regredendo a mero accadimento
del mondo fisico: tornado
terremoto o altro cataclisma; Continua a leggere

CONTRO LE DITTATURE E LA POVERTA’

L'ALTRA SARDEGNA

27 gennaio 1945 – 2016

WannseeList

27 gennaio 1945-2016

Non ricordo. Non ricordo. Non ricordo.

Non ricordo a comando. Continua a leggere

In ricordo di Angelo MUNDULA (Sassari, 1934 – 2015)

Angelo Mundula (2)

 

 

 

 

 

 

Il 2015 si è portato via un poeta e un amico che resterà nel cuore dei molti che lo hanno amato, negli anni, a cominciare dallo scrivente: Angelo Mundula. E’ mancato il 28 luglio, ad 81 anni, era malato da tempo.

Qui, solo una breve nota per ricordarlo (ma si leggano altri interventi e post a lui dedicati) – certo che ben altro spazio gli sarà doverosamente dedicato – e per invitarvi a conoscerlo. Le sue poesie e suoi scritti, a dire il vero, raccontano da soli l’uomo e il poeta Mundula, come non sempre accade; la chiarezza è infatti cifra stilistica dell’autore, e della sua “ricerca infinita”, con riferimento al titolo del suo ultimo libro “L’infinita ricerca” (“Amo la chiarezza / nella vita e nel verso / questa doppiezza che / mi fa essere libero e leale / quando penso…”). Una ricerca aperta, profonda e inesausta, sia interiore sia rivolta al ricco e variegato mondo dell’attualità, della produzione letteraria e artistica. “Una singolare combustione di curiosità metafisica, passione, ironia, fede nella poesia, spessore metaforico, taglio colloquiale”, scriveva Pietro Citati. Continua a leggere

IN RICORDO DI GIANMARIO LUCINI (1953 – 2014)

1414573075-0-muore-il-poeta-gianmario-lucini-una-perdita-da-non-perdere

La notizia della scomparsa di Gianmario Lucini mi ha molto scosso, per l’affetto e la stima di anni, per il dono grande del suo ascolto e della sua dedizione alle mie poesie (da ultimo, mi aveva dedicato un quaderno monografico) e a quelle di centinaia di autori, per la sua generosità davvero rara ed esemplare. Ma la notizia ha scosso anche la comunità poetica, basti visitare la sua pagina Facebook. Mi mancherà e ci mancherà tanto la sua presenza mite e forte di uomo autentico, schietto e aperto, il suo essere artista e operatore culturale in un contesto sociale e culturale spesso ingrato e apatico.
Il lavoro di editore lo vedeva presente in molti angoli d’Italia, e anche a Sassari, dove si era lavorato assieme alla rappresentazione di un poemetto di David Turoldo, ma anche ad un incontro con gli studenti in occasione dell’uscita dell’antologia di poesie sulla mafia (L’impoetico mafioso), con la testimonianza di un magistrato amico di Falcone e Borsellino, e di presentazioni di altri libri.
Ci siamo ospitati a vicenda, e ho ancora vivido il ricordo di una lunga escursione sulle Orobie, i suoi silenzi e la sua sobrietà che me lo facevano sentire così affine. Continua a leggere

Ciao Leonardo…

leonardo sole

SE

Se qualche frammento

di me

da lontane origini

se qualche filamento

un fiocco

di nuvola

se lo sguardo rappreso

un sogno

di lumaca

che brilla sull’erba

se l’ultima cellula

memore

non vinta

se un’ombra lieve

di foglia che vibra

e non cade

viaggerò di luce in luce

come un acrobata

che innanzi a sé lancia

la corda su cui cammina

* Continua a leggere