Posts Tagged ‘Angelo Mundula’

20 OTTOBRE 2017. PROGETTO OTTOBRE IN POESIA. SERATA DEDICATA AL RICORDO DI ANGELO MUNDULA. IL MIO INTERVENTO

 

Qualche riflessione sulla poesia e l’opera di Angelo Mundula,
per sottolinearne la grandezza.

Giovanni Nuscis

 

Care amiche e amici, nel porgervi il mio saluto, vi dico subito che con la vostra presenza contribuite oggi a rendete omaggio a uno dei figli più nobili di questa città – la nobiltà dello spirito, naturalmente, e non lo status che deriva dal denaro e dal potere, o dalla rendita di posizione familiare o professionale.
Ciò che mi auguro, è che il mio intervento e quello degli altri relatori sappiano suscitare o rafforzare l’interesse alla lettura e all’approfondimento dell’opera del nostro Angelo Mundula, e con esso l’affetto e la passione contaminanti che merita. Continua a leggere

Annunci

In ricordo di Angelo MUNDULA (Sassari, 1934 – 2015)

Angelo Mundula (2)

 

 

 

 

 

 

Il 2015 si è portato via un poeta e un amico che resterà nel cuore dei molti che lo hanno amato, negli anni, a cominciare dallo scrivente: Angelo Mundula. E’ mancato il 28 luglio, ad 81 anni, era malato da tempo.

Qui, solo una breve nota per ricordarlo (ma si leggano altri interventi e post a lui dedicati) – certo che ben altro spazio gli sarà doverosamente dedicato – e per invitarvi a conoscerlo. Le sue poesie e suoi scritti, a dire il vero, raccontano da soli l’uomo e il poeta Mundula, come non sempre accade; la chiarezza è infatti cifra stilistica dell’autore, e della sua “ricerca infinita”, con riferimento al titolo del suo ultimo libro “L’infinita ricerca” (“Amo la chiarezza / nella vita e nel verso / questa doppiezza che / mi fa essere libero e leale / quando penso…”). Una ricerca aperta, profonda e inesausta, sia interiore sia rivolta al ricco e variegato mondo dell’attualità, della produzione letteraria e artistica. “Una singolare combustione di curiosità metafisica, passione, ironia, fede nella poesia, spessore metaforico, taglio colloquiale”, scriveva Pietro Citati. Continua a leggere

Antonio FIORI – IN MERCERIA

Con questo nuovo libro di Antonio Fiori la collana di poesia “La Ginestra” da me diretta insieme all’amico Nicola Tanda sembra confermare le sue fondamentali premesse (e promesse) iniziali, particolarmente quelle di una speciale attenzione ai valori culturali, morali e religiosi dell’uomo. Del resto, alla poesia resta ormai la funzione di fornire all’uomo la sua “dose quotidiana” (per dirla col bel titolo di un altro libro di Fiori) se non la cura dell’anima almeno come insostituibile ricostituente. Oggi che da più parti si vede nella poesia l’unica via di salvezza contro il marasma quotidiano o, per dirla con Zanzotto,”per attraversare quest’epoca rotta e maledetta”, la poesia di Antonio Fiori sembra giungere – e giunge – al momento giusto […] (Angelo MUNDULA – dalla quarta di copertina)

 Il libro sarà presentato a Sassari il 18 maggio p.v, ore 18,30, presso la libreria Il Ribaltino, in Via Muroni 9

 

In merceria (1)

“Buongiorno, cerco filo

per imbastire

gli orli dei precipizi

e non rischiare

la caduta impietosa

provare a ricucire qualcosa

in attesa del sarto

che di certo verrà

a rifinire il vestito

sollevando ogni tanto lo sguardo

controllerà le pieghe

se tiene il tessuto

le finiture, ogni asola, tutto…

lo indosserò alla fine

solo allora saprò come cade

e il suo prezzo quale.”

* Continua a leggere

Angelo MUNDULA – DIALOGHI, Scritti per un’idea di letteratura

Ecco un libro da leggere e, come pochi, da rileggere e da proporre. Dialoghi (Edizioni Feeria 2011) di Angelo Mundula è una scelta di articoli pubblicati sull’Osservatore Romano dal 1996 al 2005, che trattano di svariati argomenti come precisa il curatore Federico Favali nella sua nota: “E’, infatti, proprio dal dialogo di Mundula con i libri e i loro autori che nascono questi scritti che spaziano nei vasti orizzonti della poesia, della letteratura, dell’arte, della spiritualità, della società contemporanea, con quella sensibilità e quello spirito critico che lo contraddistingue.” Scritti che si fanno apprezzare, oltre che per la vastità degli interessi dell’autore, per l’acutezza e la profondità del suo sguardo, per la competenza alimentata da infinite letture, per l’esemplare chiarezza della scrittura sia che si parli di Leonardo da Vinci, di Cèzanne, di Cervantes, di poesia, di lingua, oppure di galateo, di preghiera, di silenzio. Continua a leggere