Archive for ottobre 2009

Viedellapovertà 6

Noi che tendiamo le orecchie e sgraniamo gli occhi
ogni giorno non al mondo com’è ma a parole
e immagini strappate come foglie da un paesaggio
per farne poi altra cosa per noi,
solo per noi, continuando a chiamarla il “paesaggio”,
invece che puzzle ingannevole;
noi che sediamo fiduciosi davanti
a un trompe l’oeil brulicante di pulci
senza domandarci cosa non va
oltre le pareti in cui viviamo,
se si può fare di meglio e come, a iniziare da noi,
come comportarci se chi governa
lo fa per suo interesse e di chi lo sostiene
senza guardare regole e saggezza
costate sangue e fatiche di millenni.
In nome dei padri sepolti e dei figli che verranno
ci è impossibile accettare che
gli interessi di uno o di pochi
prevalgano rispetto ai più alti principi
voluti da tutti per il bene di tutti;
diamo dunque fiducia soltanto
a chi dimostra coerenza e rispetto,
a chi paga sulla propria pelle
scelte che non gli hanno dato
potere, privilegio o impunità;
giriamo le spalle a chi vorrebbe
imporci il proprio credo incurante del nostro,
a chi è disposto a demolire istituzioni
trascinandoci nel caos e nell’odio
dello scontro sociale.
Se non siamo anche noi
nei lunghi elenchi dei privilegiati
chiudiamo gli occhi, ogni tanto
per vedere meglio e sognare,
per non abituarci allo sfacelo.

*

Le vostre aureole nere fuse
nella ghisa di nubi che incombono.
Vorremmo vivere senza avvertirle,
ogni momento. La vita
è più grande delle singole vite,
più di una tragedia personale.
Però si è perso il conto dei feriti
ci sono stragi e stragi sul lavoro,
la vostra è per alzata di mano,
e a questo non ci rassegniamo.
Ogni vita che avete sospeso a un filo
non sarà libera, certo, ma nemmeno
la schiava che credevate.
Molti l’hanno ormai capito
e questo non l’avevate calcolato;
da un liberismo furbo e bieco
cantate ora le lodi di un lavoro sicuro,
sorridete alla clemenza delle banche, non
senza interesse, per l’indigenza che dilaga.
Tremano forse le vostre poltrone,
o piangono più forte quelli
che avete sempre tollerato,
e finanziato? Dare una casa a tutti,
spingere le aziende ad assumere
a tempo indefinito darebbe forse
la stabilità tanto sognata
e denaro da spendere,
invece che profitto per pochi,
la precarietà diffusa.
Avete inceppato la macchina
invece di adattarla per una lunga salita.
E noi, pure andando a piedi, si continua
a pagare pedaggi e carburante,
nascostamente, a sperare.

*

Il mondo si fa piccolo
oltre il corpo che invecchia.
Nani, i giganti di un tempo.
Le montagne, poco più che pianura.
Ma ciò che sembrava scontato
cresce di giorno in giorno.
La strada è lunga
prima che si contengano le attese
prima che siano lievi le rinunce,
senza peso i pensieri che una luce
buona attraversa, fino alla pelle
bianca in dissolvenza fino
a nuove ali di terra.

Viedellapovertà 6

Noi che tendiamo le orecchie e sgraniamo gli occhi
ogni giorno non al mondo com’è ma a parole
e immagini strappate come foglie da un paesaggio
per farne poi altra cosa per noi,
solo per noi, continuando a chiamarla il “paesaggio”,
invece che puzzle ingannevole;
noi che sediamo fiduciosi davanti
a un trompe l’oeil brulicante di pulci
senza domandarci cosa non va
oltre le pareti in cui viviamo,
se si può fare di meglio e come, a iniziare da noi,
come comportarci se chi governa
lo fa per suo interesse e di chi lo sostiene
senza guardare regole e saggezza
costate sangue e fatiche di millenni.
In nome dei padri sepolti e dei figli che verranno
ci è impossibile accettare che
gli interessi di uno o di pochi
prevalgano rispetto ai più alti principi
voluti da tutti per il bene di tutti;
diamo dunque fiducia soltanto
a chi dimostra coerenza e rispetto,
a chi paga sulla propria pelle
scelte che non gli hanno dato
potere, privilegio o impunità;
giriamo le spalle a chi vorrebbe
imporci il proprio credo incurante del nostro,
a chi è disposto a demolire istituzioni
trascinandoci nel caos e nell’odio
dello scontro sociale.
Se non siamo anche noi
nei lunghi elenchi dei privilegiati
chiudiamo gli occhi, ogni tanto
per vedere meglio e sognare,
per non abituarci allo sfacelo.

*

Le vostre aureole nere fuse
nella ghisa di nubi che incombono.
Vorremmo vivere senza avvertirle,
ogni momento. La vita
è più grande delle singole vite,
più di una tragedia personale.
Però si è perso il conto dei feriti
ci sono stragi e stragi sul lavoro,
la vostra è per alzata di mano,
e a questo non ci rassegniamo.
Ogni vita che avete sospeso a un filo
non sarà libera, certo, ma nemmeno
la schiava che credevate.
Molti l’hanno ormai capito
e questo non l’avevate calcolato;
da un liberismo furbo e bieco
cantate ora le lodi di un lavoro sicuro,
sorridete alla clemenza delle banche, non
senza interesse, per l’indigenza che dilaga.
Tremano forse le vostre poltrone,
o piangono più forte quelli
che avete sempre tollerato,
e finanziato? Dare una casa a tutti,
spingere le aziende ad assumere
a tempo indefinito darebbe forse
la stabilità tanto sognata
e denaro da spendere,
invece che profitto per pochi,
la precarietà diffusa.
Avete inceppato la macchina
invece di adattarla per una lunga salita.
E noi, pure andando a piedi, si continua
a pagare pedaggi e carburante,
nascostamente, a sperare.

*

Il mondo si fa piccolo
oltre il corpo che invecchia.
Nani, i giganti di un tempo.
Le montagne, poco più che pianura.
Ma ciò che sembrava scontato
cresce di giorno in giorno.
La strada è lunga
prima che si contengano le attese
prima che siano lievi le rinunce,
senza peso i pensieri che una luce
buona attraversa, fino alla pelle
bianca in dissolvenza fino
a nuove ali di terra.

In memoriam David…

Copia di CCI00002

In memoriam David”. Ricordo di David Maria Turoldo e della sua poesia
 
Il 15 ottobre p.v., a Sassari, si svolgerà una giornata dedicata ad una delle più alte personalità del mondo religioso e letterario. La mattina, alle 11,15, nell’aula magna del Liceo Azuni, si terrà un incontro con gli studenti che prevede letture e commenti di testi turoldiani, con la partecipazione di Valerio dalle Grave, sindacalista e amico personale di Turoldo, e Gianmario Lucini, Giovanni Nuscis e Luisella Pisottu; coordinerà l’incontro la prof.ssa Angelica Solinas. La sera, alle 20,45 nella chiesa di Santa Caterina, è prevista la lettura del poemetto “La grande notte” con la partecipazione dei poeti sassaresi del “Premio nazionale di poesia D. M. Turoldo” Antonio Fiori, Luca Mingioni, Giovanni Nuscis e Luisella Pisottu, e di Valerio dalla Grave e Gianmario Lucini.
A presenziare ai due incontri è invitata l’intera cittadinanza  
Collaborano all’iniziativa il Liceo Ginnasio D.A. Azuni e le Associazioni Poiein e Verba Manent, con la sponsorizzazione del Banco di Sardegna.  

OTTOBREinPOESIA 2009

PROGRAMMA III EDIZIONE OTTOBREinPOESIA 2009

 

FESTIVAL PATROCINATO DA:  

Presidenza della Repubblica Italiana – Ministero dei Beni ed Attività Culturali – Ministero Gioventù

                                                             Comune di Sassari – Regione Sardegna – Provincia di Sassari 

Facoltà di Lettere e Filosofia

 

Organizzazione: POP (Progetto OTTOBREinPOESIA) – COMUNE DI SASSARI – ARTS TRIBU

con la collaborazione di : MESSAGGERIE SARDE

 

Ideazione e Direzione Artistica: Leonardo Omar Onida

 

VENERDI 16 Ottobre

 

MATTINO  Anfiteatro Facoltà di Lettere e Filosofia

11:00 – 13:00 – Dalla KIRGHISIA al BALLO DEGLI INVISIBILI 

(i due libri capolavoro dell’artista)

Incontro con  SILVANO AGOSTI

Introduce  ALDO MARIA MORACE 

Dialogando con LEONARDO OMAR ONIDA

 

POMERIGGIO – EX’MA  (TISSI)

17:00 –  POETESSE DAL MONDO 

Sardegna, Marocco, Iran: Incontro con ASMA GHERIB, ELNAZ REZAEI GHALECHI

Curatrice TIZIANA MARRANCI (Messaggerie Sarde)

Coordinamento a cura dell’ASSOCIAZIONE NOI DONNE 2005: moderatrice Mariella Masoni

Intervento di LUCIA COCCO, Sindaco di Tissi

Un dibattito che si propone come apertura, al di là delle celebrazioni di maniera, in cui le voci di Donne artiste nel mondo risuoneranno alte in una “periferia” che diviene “centro” di culture. Perché le periferie non esistono e la Poesia è sempre Centro di qualcosa.

 

 

NOTTE – TEATRO CIVICO

21:00 – Perform’Art : Con CHIARA DAINO

21:30 – DALL’IMPOTENZA ALLA CREATIVITA’ 

Seminario Di e Con  SILVANO AGOSTI

Un percorso utile a tutti in un contesto sociale come il contemporaneo, che sembra ispirarsi alla negazione dell’essere umano.

SI PUO’ PARTECIPARE AL SEMINARIO IN DUE MODI:

– PORTANDO CON SE UN FIORE NON COMPRATO

– VERSANDO UNA QUOTA di 1000,00 € !!

 

 

SABATO 17 Ottobre

 

MATTINO – CORTILE PALAZZO DUCALE 

11:00 – 13:30 – PREMIAZIONE CONCORSO Internazionale Città di Sassari L’Isola dei Versi

Giuria: Aldo Maria Morace (Preside Facoltà di Lettere e Filosofia – Sassari) Marco Manotta Giuseppe Serpillo (Università di Sassari), Luigia Polo (docente di lingua inglese), Hernán Loyola (Ex Docente di Letteratura Ispano Americana, Università di Sassari/Universidad de Santiago de Chile), Giovanni NuscisAntonio FioriAntonio Strinna (poeti e scrittori) Gianfranco Chironi (Ass. culturale Verba Manent)

 

Musiche : SALVATORE DELOGU (chitarra) e LAURA CASTI (arpa)

Presenzieranno decine di poeti, vincitori e segnalati, da più parti del mondo.

Presenzieranno il Sindaco di SassariGIANFRANCO GANAU e l’assessore alla cultura ANGELA MAMELI.

In caso di maltempo la premiazione di terrà nella Sala Consiliare di Palazzo Ducale.

Letture di Carlo Valle – Valeria Alzari – Chiara Daino.

 

POMERIGGIO – CENTRO STORICO E DINTORNI

16:30POESIA IN MOVIMENTO 

La Combriccola dei Versi (studenti del Liceo Azuni e dell’Istituto Alberghiero interpreti della “Poesia in movimento” che distribuiranno pergamene con Poesie a tutti i passanti) 

Coordinamento: DONATELLA SECHI

BEPPE COSTA, ANTONINO CONTILIANO, FEDERICA VANDENBROELE – Poeti per le strade del centro storico

 

17:30 PIAZZA AZUNI E LARGO CAVALLOTTI

POESIE METROPOLITANE – – PIOVONO VERSI

Con:GABRIEL IMPAGLIONE, GIOVANNA MULAS (accompagnamento di NATALE MURRU)

In caso di maltempo la manifestazione si terrà nella Sala Conferenze delle Messaggerie Sarde

 

NOTTE – TEATRO CIVICO

21:00 – POESIA IN MUSICA

Anche ora che la Luna..”

Di e con BEPPE COSTA – Musiche di GIOVANNI RENZO

Al pianoforte il maestro SIMONE SASSU

Interventi di CARLO VALLE

Ingresso gratuito

 

 

DOMENICA 18 Ottobre

 

MATTINO PARCO DI MONSERRATO

11:30 – 14:00 –  Aperitivo in Poesia con Assaggi: dalle magie del vino Fittiloghe di Mamoiada ai salumi multietnici della GENUINA di Ploaghe.

LA POESIA PER LA NATURA

Chiusura del Festival con ospiti d’eccezione

Reading su Femispheres Di e con ANNAMARIA CROWE SERRANO

Installazioni: ADRIANA FIORI – (ESPOSIZIONE QUADRI DELLA GIOVANE ARTISTA SASSARESE)

 

 

 

PROTAGONISTI:

 

BEPPE COSTA: Poeta, scrittore, editore, uno dei maggiori intellettuali e organizzatori di eventi culturali del Lazio; Editore e curatore delle opere di DARIO BELLEZZA, ANNA MARIA ORTESE, ARNOLDO FOA’, ARRABAL E JODOROWSKY, LUCE D’ERAMO

 

SILVANO AGOSTI: Regista, poeta e scrittore, vincitore del prestigioso PREMIO GRAZIA DELEDDA del 2008 con il libro IL BALLO DEGLI INVISIBILI.

 

GIOVANNA MULAS: Poetessa e scrittrice, pluripremiata, accademica al merito e 2 volte in nomination al Nobel per la Letteratura.

 

GABRIEL IMPAGLIONE: Poeta e giornalista Argentino, ideatore e responsabile di PALABRA EN EL MUNDO, festival internazionale che coinvolge oltre 100 cottà in tutto il mondo a metà maggio di ogni anno.

 

ASMA GHERIB: Poetessa, giornalista, interprete marocchina, che collabora e lavora in italia da 10 anni con importanti associazioni culturali e con 2 Università del sud italia.

 

CHIARA DAINO: Poetessa e attrice di teatro, tra le giovani promesse del teatro italiano.

 

ANTONINO CONTILIANO: Grande poeta e giornalista, di Marsala co-fondatore del movimento “Antigruppo Siciliano

 

ELNAZ REZAEI GHALECHI: Poetessa e ricercatrice in una importante università iraniana, premiata in vari concorsi internazionali soprattutto negli Stati Uniti.

 

SIMONE SASSU: Magistratro e Musicista, pianista.

 

CARLO VALLE: attore di teatro.

 

LAURA CASTI: Giovane musicista suonatrice di ARPA, diplomata al Conservatorio.

 

FEDERICA VANDENBROELE: attrice e performer.

 

NATALE MURRU: autore, chitarrista.

 

Giuria Concorso Internazionale Città di Sassari “L’Isola dei Versi”

Aldo Maria Morace (Preside Facoltà di Lettere e Filosofia – Sassari)

Marco Manotta – (Docente di letteratura Italiana moderna (Università di Sassari)

Giuseppe Serpillo (Docente di letteratura Inglese Università di Sassari)

Luigia Polo (docente di lingua inglese)

Hernán Loyola (Ex Docente di Letteratura Ispano Americana, Università di Sassari/Universidad de Santiago de Chile, il maggior esperto al mondo di PABLO NERUDA)

Giovanni Nuscis – Antonio Fiori – Antonio Strinna (poeti e scrittori)

Gianfranco Chironi (Ass. culturale Verba Manent)

 

 

“Poesie plastiche” di Alessandro NARDUZZO

Le strade di Padova, nottetempo, respiri
Edifici e pietre respirano – attraversano;
l’aria tardo autunnale delle strade
cittadine – umidità affuligginata.

Sotto i colonnati portici e sulla
piazza di qua e là irregolari
sampietrini – frettolosa quiete, fin
sulla gradinata – ed inquietudine.

Compagnia fluida e fusa di
gangli ed entangli, leggére
menti – alta piena ebbrezza.
Comunanza di vedute, ironia.

dominante – autoironia. Respirando
dentro e fuori gli uni degli altri
le dense essudate sillogi
d’eterei fonemi e fumi. Riflessi,
riverberati suoni, replicati

argomenti – smussati, malleati
buoni –mentre le strade sono
percorse ancora una volta in
una tarda brumata – quasi
britannica – sera di novembre.

Si scuote la città e freme nelle nostre
intersezioni vocali ed onniavvolgenti,
pervasive suadenti corporee
esalazioni, intense –
intese o meno.

Continua a leggere

OTTOBREinPOESIA 2009

PROGRAMMA III EDIZIONE OTTOBREinPOESIA 2009

 

FESTIVAL PATROCINATO DA:  

Presidenza della Repubblica Italiana – Ministero dei Beni ed Attività Culturali – Ministero Gioventù

                                                             Comune di Sassari – Regione Sardegna – Provincia di Sassari 

Facoltà di Lettere e Filosofia

 

Organizzazione: POP (Progetto OTTOBREinPOESIA) – COMUNE DI SASSARI – ARTS TRIBU

con la collaborazione di : MESSAGGERIE SARDE

 

Ideazione e Direzione Artistica: Leonardo Omar Onida Continua a leggere

In memoriam David…

Copia di CCI00002

In memoriam David”. Ricordo di David Maria Turoldo e della sua poesia
 
Il 15 ottobre p.v., a Sassari, si svolgerà una giornata dedicata ad una delle più alte personalità del mondo religioso e letterario. La mattina, alle 11,15, nell’aula magna del Liceo Azuni, si terrà un incontro con gli studenti che prevede letture e commenti di testi turoldiani, con la partecipazione di Valerio dalle Grave, sindacalista e amico personale di Turoldo, e Gianmario Lucini, Giovanni Nuscis e Luisella Pisottu; coordinerà l’incontro la prof.ssa Angelica Solinas. La sera, alle 20,45 nella chiesa di Santa Caterina, è prevista la lettura del poemetto “La grande notte” con la partecipazione dei poeti sassaresi del “Premio nazionale di poesia D. M. Turoldo” Antonio Fiori, Luca Mingioni, Giovanni Nuscis e Luisella Pisottu, e di Valerio dalla Grave e Gianmario Lucini.
A presenziare ai due incontri è invitata l’intera cittadinanza  
Collaborano all’iniziativa il Liceo Ginnasio D.A. Azuni e le Associazioni Poiein e Verba Manent, con la sponsorizzazione del Banco di Sardegna.